Illuminazione scenografica della fontana di De Ferrari

Sabato 17 Dicembre è stata inaugurata l’illuminazione scenografica della fontana di Piazza De Ferrari.

Il progetto, elaborato da ASTer e dalla Ditta Diamante Lighting, consiste nell’installazione di proiettori a led da immersione nelle tre vasche più interne della fontana al fine di illuminare sia i getti sia la cascata d’acqua che scende dalla vasca in bronzo.

Per ottenere l’effetto a progetto ASTer, con le proprie maestranze, ha messo in opera n° 60 proiettori su ciascuno degli ugelli per illuminare i getti di acqua verso la vasca centrale,9 proiettori nella seconda vasca per illuminare la cascata d’acqua ed infine n° 3 proiettori per illuminare il pennacchio centrale.

La calibrazione delle altezze di installazione dei proiettori è stato l’aspetto più complesso, in quanto se tali apparecchiature devono rimanere immerse nell’acqua, la superficie del vetro deve risultare a filo acqua per permettere al fascio luminoso colorato di fuoriuscire nell’aria e non disperdersi nell’acqua stessa.

La messa a punto del nuovo impianto di illuminazione a colori della fontana di De Ferrari è stata possibile grazie al  personale di Aster, che ha messo in campo ( o meglio in acqua) un particolare impegno per la regolazione “fine” delle nuove installazioni, possibile solo lavorando in orario notturno ed operando direttamente dentro la fontana con temperature disagevoli considerata la stagione invernale.

Per rendere l’illuminazione ancora più bella è stato inoltre installato un programma software che permette di effettuare i giochi cromatici, con variazioni della colorazioni, dei tempi di accensione e della durata dello spettacolo.

Attualmente è stato inserito il programma “carosello” che consiste nel caleidoscopio dei colori dell’arcobaleno.

 

Restyling di Piazza Paolo da Novi

OLYMPUS DIGITAL CAMERAProcedono i lavori di risanamento conservativo di Piazza Paolo da Novi, che riguardano in primis il recupero del valore ornamentale del verde che arreda la piazza e che costituisce parte integrante della composizione. A questo primo obiettivo si aggiunge la riorganizzazione degli spazi destinati alle diverse attività e dei percorsi per migliorare la fruizione e recuperare la funzione della piazza come spazio di aggregazione, garantendo la leggibilità dell’assetto compositivo originario.

In quest’ottica sono stati previsti il rinnovo dei filari alberati delle aiuole di perimetrazione della piazza, l’eliminazione dei parcheggi moto che andavano ad invadere le aiuole longitudinali e angolari, la sostituzione della pavimentazione in conglomerato bituminoso con pavimentazione naturale nelle zone alberate pedonali, l’inserimento di attraversamenti pedonali di collegamento tra percorsi su marciapiedi, spazi per la sosta e aiuole, l’abbattimento delle barriere architettoniche, il potenziamento della rete bianca, il rinnovo dell’impianto di illuminazione pubblica.

08-alberipdnoni-ridLa porzione di piazza interessata dai lavori è la metà di ponente (lato chiesa di Santa Zita).

Attualmente nell’aiuola angolare a sud ovest sono state effettuate le opere di demolizione/rimozione di asfalto, bordi, pali di illuminazione pubblica e la segnaletica verticale. Si è quindi provveduto alla la posa di nuovi bordi in granito, la posa cavidotti per impianti illuminazione e irrigazione. E stata potenziata la rete bianca ed è stato effettuato il rifacimento del marciapiede adiacente agli edifici oltre al ripristino dell’asfalto su taglio in adiacenza al marciapiede concavo.

Come già ampiamente illustrato nel nostro precedente articolo, pubblicato in fase di avvio dei lavori, si sottolinea che particolare attenzione è stata dedicata alle alberature in quanto è stato necessario sostituire gli alberi di Sophora japonica  – che a seguito di approfondite indagini fitosanitarie erano risultati completamente compromessi da gravi patologie a carico del legno – con esemplari di una pianta simile come portamento, OLYMPUS DIGITAL CAMERAla Robinia pseudoacacia in cultivar ornamentali che, rispetto alle Sophore, risolve alcune  problematiche nell’utilizzo per arredo urbano.

Dalla scorsa settimana pertanto, nell’aiuola angolare a sud ovest, in zona antistante la scuola, sono già stati messi a dimora 6 esemplari di Robinia pseudoacacia Bessoniana.

Anche nell’aiuola longitudinale ad ovest, dopo le demolizioni dei bordi e la posa dei nuovi elementi in granito, sono stati rimosse  4 Sophora japonica  e le relative ceppaie Sono state quindi posati la dorsale e le diramazioni dell’impianto di irrigazione per i nuovi esemplari da impiantare.

Si precisa che le altre alberature delle due aiuole laterali verranno invece mantenute.

09-alberipdnoni-ridI lavori verranno ultimati con la realizzazione della nuova pavimentazione in calcestre e la sistemazione di  arredi e punti luce.

L’illuminazione dell’albero natalizio di Piazza de ferrari

E’ stato acceso ieri giovedì 8 dicembre alle ore 17  in  Piazza De Ferrari il tradizionale albero Natalizio, alla presenza del Vicesindaco e del Presidente del Parco dell’Aveto. L’accensione è stata preceduta dalle esibizioni  del Gruppo Folklorico Città di Genova e dalle voci del Coro Monte Cauriol.

Anche quest’anno, con una scelta che si ripete ormai dal 2013, l’Amministrazione comunale, rispettando le motivazioni naturalistiche e affiancandole al proposito di valorizzare le risorse del territorio dell’area della Città metropolitana, ha collocato un albero frutto di taglio selettivo che non rappresenta un inutile sacrificio, ma deriva da operazioni di miglioramento e riqualificazione dei boschi di un’area protetta. Il Parco naturale regionale dell’Aveto ha offerto gratuitamente la pianta.  A carico dell’Amministrazione civica sono rimasti esclusivamente il taglio e il trasporto.

L’allestimento dell’Albero è stato curato da A.S.Ter.  che si è occupato dell’addobbo, del montaggio delle luminarie a led  e della componentistica elettrica necessaria, della sistemazione di arredo con piante in vaso dello spazio  circostante l’albero, allo scopo di proteggerne i tre punti di ancoraggio ed il relativo quadro elettrico, nonché  del  posizionamento del  cartellone augurale.

La collaborazione proseguirà, anche quest’anno, con la significativa destinazione finale dell’albero che verrà trasformato in “cippato” da utilizzare nelle aiuole e nei giardini genovesi per impedire la crescita di vegetali infestanti.

All’iniziativa ha offerto il proprio sostegno Enel, che ha scelto di partecipare attivamente nell’organizzazione dell’evento dimostrando in questo modo la sua vicinanza ai genovesi, anche in occasione delle festività Natalizie”.