L’impegno di ASTer per la visita del Santo Padre a Genova

Nella giornata di sabato 27 maggio, Genova ha ricevuto la visita del Papa, che con un succedersi incalzante di appuntamenti –  dislocati in diverse zone della città dalle ore 8 alle 19.30 – ha comportato la mobilitazione delle Forze dell’Ordine, di volontari e delle Aziende dei servizi pubblici.  Anche ASTer pertanto, è stata impegnata su diversi fronti, con circa 40 operatori dedicati appositamente dal 22 al 29 maggio all’approntamento ed al conseguente smontaggio degli allestimenti del Territorio.

Nella giornata poi dell’evento, il personale di ASTer in servizio, per assicurare tutti gli interventi è stato pari a 72 unità tra operai e personale tecnico.

Per quanto riguarda la logistica dell’evento ASTer si è occupata dello smontaggio delle ringhiere esistenti, così come dello spostamento e nuova collocazione di New Jersey che sono stati utilizzati per la delimitazione di aree anche per ragioni di sicurezza; inoltre è intervenuta per il posizionamento di tutta la segnaletica mobile e delle transenne e per gli allacci elettrici provvisori.

ASTer, congiuntamente ad AMIU, ha anche eseguito diversi interventi di pulizia straordinaria del verde.

ASTer infine si è occupata del trasporto e consegna ai volontari, delle migliaia di bottigliette di acque messe a disposizione dagli  sponsor.

Questo il dettaglio del Personale impiegato da ASTer nelle operazioni, durante tutta la giornata del 27 Maggio  :

  • Settore Impianti  Tecnici n° 4 Operai n° 28
  • Settore Verde  Tecnici n° 1 Operai n°   6
  • Settore Strade Tecnici n°  2 Operai n°   6
  • Settore Logistica  Tecnici n° 2 Operai n° 23

Sono stati invece reperibili in servizio per gli allestimenti del Territorio dal 22 al 29 maggio : n° 31 Operai e n° 4  Tecnici, complessivamente distribuiti nei diversi settori aziendali.

Il Sentiero delle Farfalle

Domenica 21 Maggio, dalle ore 10 alle 18, al Parco del Peralto nell’ambito di BiodiverCity si festeggia la GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA’ alla scoperta della flora e della fauna dell’area protetta del Parco delle Mura al Righi.

Durante la storia il percorso è stato scelto per valorizzare la Via del Sale, utilizzata per collegare le zone collocate nelle immediate vicinanze della città con le località appenniniche e della pianura Padana.

Gli esperti del Museo di Storia Naturale, in collaborazione con ASTer illustreranno il nuovo SENTIERO DELLE FARFALLE del Parco delle Mura, completamente rinnovato.

Durante il percorso vengono prese in considerazione le 20 specie di farfalle che si possono incontrare più facilmente durante l’escursione nel Parco e a tale scopo sono stati installati appositi pannelli illustrativi che mostrano le foto degli esemplari e le loro principali caratteristiche.

Nel Parco vive una ricca lepidotterofauna, in particolare vi sono state considerate ben 70 specie di farfalle diurne che rappresentano quasi un quarto di quelle presenti in Italia. Molte di queste farfalle sono difficili da osservare o riconoscere; proprio per questo lungo il sentiero sono stati posizionati nuovi cartelli realizzati con fondi regionali destinati al Parco.

I cartelli presi in considerazione mostrano le varie differenze tra farfalle maschio e femmina, il colore, la dimensione reale e illustrazioni dei bruchi.

Con un po’ di fortuna, è anche possibile fare delle ottime fotografie, cercando di immortalarle nel momento in cui si posano su qualche fiore.