Siamo ben consapevoli della necessità che si debba intervenire con attività di manutenzione sulle alberature della città di Genova.

Siamo altrettanto consci di dover risolvere  l’annoso problema della coesistenza tra le strutture dei marciapiedi e le essenze arboree.

Con il trascorrere degli anni, gli apparati radicali delle piante inevitabilmente determinano dissesti di marciapiedi e pertanto alberi anziani e marciapiedi, nella generalità dei casi, non possono coesistere. Delle due l’una: o si mette mano al recupero dei marciapiedi, procedendo al taglio sistematico delle Sophore o ci teniamo le Sophore vetuste ed i marciapiedi dissestati.

Da oltre tre anni A.S.Ter. ha realizzato un progetto definitivo di sostituzione integrale delle Sophore, che evidentemente necessita della superiore approvazione, dal momento che si rende necessario ricorrere a stanziamenti di una certa entità.

L’impellenza di porre mano ad interventi impegnativi di manutenzione del verde pubblico, deve essere coniugata con le necessarie coperture finanziarie, elemento di non secondaria importanza in una contingenza economica così sfavorevole.

A titolo di cronaca, quando la possibilità di intervento di A.S.Ter. non era così strettamente legata a vincolanti paramentri di bilancio, si è proceduto in via autonoma, alla sostituzione integrale di Sophore in via Martiri della Libertà, Viale Aspromonte, Via Spinola.

Auspichiamo che situazioni più favorevoli rendano possibile il riavvio di operazioni similari.

Saremmo ben lieti di ospitare il lettore, Sig. Luca Ardini nei nostri uffici, per confrontare le nostre reciproche posizioni, nella speranza di trovare soluzioni condivise che conducano al recupero o all’efficientamento del patrimonio arboreo della nostra amata Città.

Distinti saluti.

 Il Presidente e Amministratore Delegato
dott. ing. Giorgio Fabriani