Alla foce del torrente San Pietro a Genova Prà è in corso un importante intervento di eliminazione del materiale di sovralluvionamento che le intense piogge dell’ultimo periodo hanno portato a valle. E’ noto che il lavoro dei corsi d’acqua è anche di “trasportare le montagne al mare” in questo caso è stato proprio così.
Infatti, sulle alture di Prà vi sono dei versanti in frana che con l’azione delle acque meteoriche di dilavamento rilasciano il materiale e il fiume lo porta a valle.
Il materiale trasportato si accumula dove la forza di trasporto dell’acqua diminuisce e si sedimenta.
Proprio alla foce del fiume, nella zona dove passiamo da corso d’acqua a “canale di calma” il materiale si accumula creando possibile criticità alla defluenza idrica.IMG_0014
Proprio in quell’area ha sede il “Gruppo sportivo Speranza” di Genova- Prà, che oltre a svolgere attività didattica quale scuola sportiva di canottaggio, è molto noto come centro agonistico nazionale.
A causa del materiale arrivato da monte la Società si è trovata nell’impossibilità di poter utilizzare i pontili, ormai “all’asciutto”, per l’attracco delle imbarcazioni olimpiche, e quindi di svolgere attività di allenamento dei suoi iscritti in vista delle gare, alcune di carattere nazionale, che inizieranno a metà marzo.
Nasce quindi, da parte della Civica Amministrazione la necessità di provvedere subito ad eliminare il materiale di sovralluvionamento dalla foce e dà incarico ad ASTER di provvedere.
ASTER, con il suo personale ed i mezzi aziendali sta provvedendo a liberare lo specchio d’acqua dai sedimenti che, dopo attenta caratterizzazione, vengono trasportati per essere utilizzati quale materiale di riempimento alla Marina Aeroporto.
I volumi da allontanare sono rilevanti: circa mc 3.000 da ammassare lungo la sponda destra, far asciugare, e caricare su autocarro per avviarli a idoneo conferimento.
I lavori, che pur procedono celermente, nonostante le condizioni meteo-marine non eccessivamente favorevoli, dureranno ancora per tutta al prossima settimana con previsione di fine lavori al 9 marzo.