In questo periodo dell’anno ASTer è impegnata nella consueta manutenzione delle aree verdi cittadine con cantieri per la potatura di alberi ornamentali in diverse zone della città.
Il tema, oltre a essere molto attuale,è anche molto controverso, pertanto sarebbe opportuno eliminare certi luoghi comuni partendo da una premessa fondamentale:la potatura degli alberi ornamentali non è né necessaria, né salutare per le piante. Al contrario, può essere spesso gravemente dannosa.
Attraverso la potatura, l’uomo pretende di dire all’albero come crescere, ma questo non è possibile in quanto la pianta si sviluppa secondo un patrimonio genetico millenario che ne definisce tutte le caratteristiche. Con la potatura, infatti, non si può ottenere una riduzione della taglia degli alberi, né si può far diminuire il numero di foglie o indirizzare il verso di crescita dei rami.Al contrario però,attraverso di essa, l’albero subisce:

  • un grave stress per la perdita della propria capacità nutritiva (riduzione della fotosintesi), con conseguente mutamento delle difese immunitarie che lo preservano dall’azione degli agenti patogeni (comprese le carie e i marciumi del legno);
  • alterazioni degli equilibri ormonali leggibili nella reazione della chioma che ricaccia in modo disordinato con diverse variazioni in funzione della propria specie,
  • una riduzione della capacità di nutrimento dell’apparato radicale, con conseguenti problemi di stabilità dovuti alla diminuzione dello stesso.

I danni citati variano in funzione dell’età dell’albero e dei suoi problemi pregressi, come ad esempio precedenti danni da potature e alle radici.

Quindi perché potare?

ASTer si occupa del trattamento di alberi in città che sono stati impiantati in posti sbagliati o che si trascinano vecchi problemi di “salute”. Alcune potature si rendono pertanto necessarie per la sicurezza urbana e/o per il benessere stesso dalla pianta.

Gli interventi eseguiti dai nostri operatori, attualmente attivi su tutto il territorio, riguardano in particolar modo:

  • la potatura di rimonda dal secco, attività di manutenzione ordinaria- quasi mai dannosa – che consiste nell’eliminazione dei rami secchi dalla chioma della pianta,
  • la potatura di formazione sui giovani alberi usciti dal vivaio, mirata ad eliminare i difetti di crescita che in futuro potrebbero creare problemi fisionomici,
  • il diradamento o l’alleggerimento di chiome particolarmente pesanti che incidono su piante con pregresse difficoltà strutturali,
  • la potatura per l’eliminazione di interferenze con manufatti e/o messe a dimora troppo vicino agli stessi (soprattutto per le piante troppo grandi).

Per ogni singola situazione e ogni specie di albero vi è una soluzione che risulta meno impattante sul benessere della pianta. I tecnici di ASTer si impegnano quotidianamente a valutare caso per caso e selezionare il miglior intervento da operare.In molti casi, tuttavia, sarebbe opportuna la sostituzione completa di interi filari di alberi non idonei al sito in cui sono stati piantati.