“VIA CANTORE, SE NE VEDONO DI TUTTI I COLORI”

A seguito dell’articolo pubblicato ieri 3 aprile, a pagina 23 del Secolo XIX, ci corre l’obbligo di chiarire i termini della vicenda che ha visto la ns. Azienda impegnata per superare una criticità dovuta a difetti tecnici di materiali  messi in opera  precedentemente da altro soggetto imprenditore.

Dopo aver rimosso completamente il Rasocrete che si sfaldava ed aver riasfaltato con conglomerato bituminoso tradizionale, trattandosi di una via di pregio, A.S.Ter. in accordo con il Municipio, ha attuato una sperimentazione in loco, per raggiungere gli effetti cromatici previsti dal progetto originario.

Per tutto quanto precede A.S.Ter. ha offerto, con abnegazione, tutta la propria disponibilità e competenza, individuando unitamente a tutti i soggetti coinvolti, tramite diverse prove, la soluzione ottimale in un conglomerato color tortora.

Per contro, ancora una volta, il management dell’Azienda riscontra che l’impegno di A.S.Ter. viene disconosciuto da codesta testata e che un fatto di per sé assolutamente positivo, viene contrabbandato come una pesante negatività.

Si richiede pertanto che venga data pubblicazione  con urgenza alla presente, per consentire la corretta informazione su un grave episodio di distorsione della notizia.

Distinti saluti.

Il Presidente e Amministratore Delegato

Ing. Giorgio Fabriani