In riferimento all’articolo pubblicato in data odierna a pag. 21 di codesto quotidiano, in merito allo sfornellamento del sedime stradale verificatosi in via Bianchi e dalla scrivente Azienda doverosamente transennato, precisiamo che trattasi di un cedimento del cunicolo pubblico delle acque bianche, provocato dalla posa di sottoutenze che hanno interferito con la rete degli impianti di smaltimento di acque piovane.
Purtroppo ci corre l’obbligo di constatare che per l’ennesima volta vengono ascritte ad A.S.Ter. responsabilità che non le competono.
A.S.Ter. è tenuta ad effettuare i transennamenti sul territorio cittadino e quindi si spende per la pubblica incolumità, ma non per questo deve vedersi attribuire sistematicamente responsabilità non sue.
Vi invitiamo pertanto ad assumere direttamente informazioni alla fonte, prima di diramare notizie fuorvianti.
Distinti saluti.

Il Presidente e Amministratore Delegato
ing. Giorgio Fabriani
Genova 18 novembre 2015