OLYMPUS DIGITAL CAMERAProcedono i lavori di risanamento conservativo di Piazza Paolo da Novi, che riguardano in primis il recupero del valore ornamentale del verde che arreda la piazza e che costituisce parte integrante della composizione. A questo primo obiettivo si aggiunge la riorganizzazione degli spazi destinati alle diverse attività e dei percorsi per migliorare la fruizione e recuperare la funzione della piazza come spazio di aggregazione, garantendo la leggibilità dell’assetto compositivo originario.

In quest’ottica sono stati previsti il rinnovo dei filari alberati delle aiuole di perimetrazione della piazza, l’eliminazione dei parcheggi moto che andavano ad invadere le aiuole longitudinali e angolari, la sostituzione della pavimentazione in conglomerato bituminoso con pavimentazione naturale nelle zone alberate pedonali, l’inserimento di attraversamenti pedonali di collegamento tra percorsi su marciapiedi, spazi per la sosta e aiuole, l’abbattimento delle barriere architettoniche, il potenziamento della rete bianca, il rinnovo dell’impianto di illuminazione pubblica.

08-alberipdnoni-ridLa porzione di piazza interessata dai lavori è la metà di ponente (lato chiesa di Santa Zita).

Attualmente nell’aiuola angolare a sud ovest sono state effettuate le opere di demolizione/rimozione di asfalto, bordi, pali di illuminazione pubblica e la segnaletica verticale. Si è quindi provveduto alla la posa di nuovi bordi in granito, la posa cavidotti per impianti illuminazione e irrigazione. E stata potenziata la rete bianca ed è stato effettuato il rifacimento del marciapiede adiacente agli edifici oltre al ripristino dell’asfalto su taglio in adiacenza al marciapiede concavo.

Come già ampiamente illustrato nel nostro precedente articolo, pubblicato in fase di avvio dei lavori, si sottolinea che particolare attenzione è stata dedicata alle alberature in quanto è stato necessario sostituire gli alberi di Sophora japonica  – che a seguito di approfondite indagini fitosanitarie erano risultati completamente compromessi da gravi patologie a carico del legno – con esemplari di una pianta simile come portamento, OLYMPUS DIGITAL CAMERAla Robinia pseudoacacia in cultivar ornamentali che, rispetto alle Sophore, risolve alcune  problematiche nell’utilizzo per arredo urbano.

Dalla scorsa settimana pertanto, nell’aiuola angolare a sud ovest, in zona antistante la scuola, sono già stati messi a dimora 6 esemplari di Robinia pseudoacacia Bessoniana.

Anche nell’aiuola longitudinale ad ovest, dopo le demolizioni dei bordi e la posa dei nuovi elementi in granito, sono stati rimosse  4 Sophora japonica  e le relative ceppaie Sono state quindi posati la dorsale e le diramazioni dell’impianto di irrigazione per i nuovi esemplari da impiantare.

Si precisa che le altre alberature delle due aiuole laterali verranno invece mantenute.

09-alberipdnoni-ridI lavori verranno ultimati con la realizzazione della nuova pavimentazione in calcestre e la sistemazione di  arredi e punti luce.